10 giugno 2014 – Comunicato sull’accordo tra MiBACT e Regione Friuli Venezia Giulia

10 giugno, 2014

Logo Regione Friulilogo_Mibac-quadL’Associazione Bianchi Bandinelli ha diramato questa mattina un Comunicato Stampa allarmato riguardante l’accordo raggiunto tra il MiBACT e la Regione Friuli Venezia Giulia.

Il patto, che prevede la non assoggettabilità ai pareri vincolanti della Soprintendenza in materia di attività e strutture temporanee allestite in luoghi monumentali, prevede di fatto delle pericolosissime deroghe alle leggi di tutela, aggiungendo un tassello fondamentale alla campagna di discredito delle Soprintendenze e del sistema di tutela partita dalle pagine di grandi quotidiani.

Scarica il testo dell’appello ABB_comunicato MiBACT-Friuli 10 giugno 14

Leggi l’articolo di T. Montanari su “Il Fatto quotidiano” dell’11/06/2014

 



Una replica a “10 giugno 2014 – Comunicato sull’accordo tra MiBACT e Regione Friuli Venezia Giulia”

  1. Bruno Repezza scrive:

    In effetti anch’io sono molto preoccupato da questo “protocollo d’intesa” che di fatto stravolge l’interpretazione e l’applicazione della direttiva Ornaghi e con essa dello stesso Codice dei beni culturali per una sola regione (FVG) (ma le altre regioni lo rivendicheranno subito anche per sè?).
    La Serracchiani nella conferenza stampa dice che solo in Friuli la direttiva veniva applicata in maniera restrittiva dalla Soprintendente, ma allora perchè indebolire la norma anzichè agire sul Soprintendente? Cedere in questo modo le proprie competenze è una dimostrazione di estrema debolezza dello Stato tutore dei Beni Culturali, è illogico e probabilmente anche illecito.