MINISTRI e Sottosegretari responsabili delle Antichità e Belle Arti nel Regno d’Italia (1861-1946)

9 dicembre, 2014

MINISTRI e Sottosegretari responsabili delle Antichità e Belle Arti (1861-1974) nel Ministero della Pubblica Istruzione, poi dell’Educazione Nazionale 1929-44, e di nuovo P.I.; MINISTRI e Sottosegretari per i Beni Culturali e Ambientali, poi per i Beni e le Attività Culturali (dal 1974):

Parte prima (in questa pagina): Ministri e Sottosegretari della Pubblica Istruzione del Regno d’Italia, dall’Unità fino alla proclamazione della Repubblica (1861-1946)

Vai alla Parte seconda: Ministri e Sottosegretari della Repubblica Italiana (dal 1946) responsabili delle Antichità e Belle Arti (Ministero della Pubblica Istruzione) e dei Beni culturali (dal 1974)

a cura di Claudio Gamba

——

Ministri e Sottosegretari della Pubblica Istruzione del Regno d’Italia, dall’Unità fino alla proclamazione della Repubblica (1861-1946)

Vengono indicati il Governo (nome del Presidente del Consiglio ed estremi cronologici), il Ministro della Pubblica Istruzione (poi, dal 1929, dell’Educazione Nazionale) e, a partire dalla loro istituzione nel 1888, i Sottosegretari di Stato. Per un breve periodo fu attivo anche un secondo Sottosegretariato (“per le Antichità e belle arti”), istituito nel 1919 e soppresso nel 1923. Alla fine dell’elenco viene data anche la lista dei Segretari Generali del Ministero della Pubblica Istruzione (dal 1861 al 1888, anno in cui, con L. del 12 febbraio n. 5195, furono sostituiti con i Sottosegretari di Stato).

Dati ricavati, con alcune integrazioni, dal volume di Mario Missori, Governi, alte cariche dello Stato e Prefetti del Regno d’Italia, Bulzoni, Roma 1978.

 

Ministri della Pubblica Istruzione prima dell’Unità:

Cesare Alfieri di Sostegno, dal 30 novembre 1847 al 16 marzo 1848

Carlo Boncompagni di Montebello, dal 16 marzo al 29 luglio 1848

Vincenzo Gioberti, dal 4 al 16 agosto 1848

Felice Merlo, dal 16 al 27 agosto 1848

Carlo Boncompagni di Montebello, dal 29 agosto al 16 dicembre 1848

Carlo Cadorna, dal 16 dicembre 1848 al 27 marzo 1849

Cristoforo Mameli, dal 24 marzo 1849 al 10 novembre 1850

Pietro Gioia, dal 10 novembre 1850 al 20 ottobre 1851

Luigi Carlo Farini, dal 21 ottobre 1851 al 21 maggio 1852

Carlo Boncompagni di Montebello, dal 21 maggio al 4 novembre 1852

Luigi Cibrario, dal 4 novembre 1852 al 31 maggio 1855

Giovanni Lanza, dal 31 maggio 1855 al 18 ottobre 1858

Carlo Cadorna, dal 18 ottobre 1858 al 19 luglio 1859

Gabrio Casati, dal 24 luglio 1859 al 15 gennaio 1860

Terenzio Mamiani della Rovere, dal 20 gennaio 1860 al 22 marzo 1861

 

 

Ministero Cavour (17 marzo 1861 – 12 giugno 1861)

Ministri della Pubblica Istruzione:

1_mamianiTerenzio Mamiani della Rovere, conte di Sant’Angelo, prof., deputato, fino al 22 marzo 1861.

 

1_de-sanctisFrancesco De Sanctis, prof., deputato, dal 22 marzo 1861.

 

 

I° Ministero Ricasoli (12 giugno 1861 – 3 marzo 1862)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Francesco De Sanctis, prof., deputato.

 

 

I° Ministero Rattazzi (3 marzo 1862 – 8 dicembre 1862)

Ministri della Pubblica Istruzione:

Pasquale Stanislao Mancini, avv., prof., deputato, fino al 31 marzo 1862.

 

Carlo Matteucci, prof., senatore, dal 31 marzo 1862.

 

 

Ministero Farini, poi Minghetti (8 dicembre 1862 – 27 settembre 1864)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Michele Amari, prof., senatore

 

 

I° Ministero La Marmora (27 settembre 1864 – 31 dicembre 1865)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Giuseppe Natoli, barone di Scaliti, avv., senatore, fino al 1° settembre 1865.

Giuseppe Natoli, barone di Scaliti, avv., senatore, interim, dal 1° settembre al 14 dicembre 1865.

Giuseppe Natoli, barone di Scaliti, avv., senatore, dal 14 dicembre 1865.

 

 

II° Ministero La Marmora (31 dicembre 1865 – 20 giugno 1866)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Domenico Berti, avv., deputato.

 

 

II° Ministero Ricasoli (20 giugno 1866 – 10 aprile 1867)

Ministri della Pubblica Istruzione:

Domenico Berti, prof., deputato, fino al 17 febbraio 1867.

 

Cesare Correnti, avv. prof., deputato, dal 17 febbraio 1867.

 

 

II° Ministero Rattazzi (10 aprile 1867 – 27 ottobre 1867)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Michele Coppino, prof., deputato.

 

 

I° Ministero Menabrea (27 ottobre 1867 – 5 gennaio 1868)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Emilio Broglio, avv. prof., deputato.

 

 

II° Ministero Menabrea (5 gennaio 1868 – 13 maggio 1869)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Emilio Broglio, avv. prof., deputato.

 

 

III° Ministero Menabrea (13 maggio 1869 – 14 dicembre 1869)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Angelo Bargoni, avv., deputato.

 

 

Ministero Lanza (14 dicembre 1869 – 10 luglio 1873)

Ministri della Pubblica Istruzione:

Cesare Correnti, avv., prof., deputato, fino al 17 maggio 1872.

 

Quintino Sella, ing. prof., deputato, interim, dal 17 maggio 1872 al 5 agosto 1872.

 

Antonio Scialoja, avv. prof., senatore, dal 5 agosto 1872.

 

 

II° Ministero Minghetti (10 luglio 1873 – 25 marzo 1876)

Ministri della Pubblica Istruzione:

Antonio Scialoja, avv. prof., senatore, fino al 6 febbraio 1874.

 

Girolamo Cantelli, conte di Rubbiano, senatore, interim, dal 6 febbraio al 27 settembre 1874.

 

Ruggero Bonghi, prof., deputato, dal 27 settembre 1874.

 

 

I° Ministero Depretis (25 marzo 1876 – 26 dicembre 1877)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Michele Coppino, prof., deputato.

 

 

II° Ministero Depretis (26 dicembre 1877 – 24 marzo 1878)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Michele Coppino, prof., deputato.

 

 

I° Ministero Cairoli (24 marzo 1878 – 19 dicembre 1878)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Francesco De Sanctis, prof., deputato.

 

 

III° Ministero Depretis (19 dicembre 1878 – 14 luglio 1879)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Michele Coppino, prof., deputato.

 

 

II° Ministero Cairoli (14 luglio 1879 – 25 novembre 1879)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Francesco Paolo Perez, senatore.

 

 

III° Ministero Cairoli (25 novembre 1879 – 29 maggio 1881)

Ministri della Pubblica Istruzione:

Francesco De Sanctis, prof., deputato, fino al 2 gennaio 1881.

 

Guido Baccelli, prof., deputato, dal 2 gennaio 1881.

 

 

IV° Ministero Depretis (29 maggio 1881 – 25 maggio 1883)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Guido Baccelli, prof., deputato.

 

 

V° Ministero Depretis (25 maggio 1883 – 30 marzo 1884)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Guido Baccelli, prof., deputato.

 

 

VI° Ministero Depretis (30 marzo 1884 – 29 giugno 1885)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Michele Coppino, prof., deputato.

 

 

VII° Ministero Depretis (29 giugno 1885 – 4 aprile 1887)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Michele Coppino, prof., deputato.

 

 

VIII° Ministero Depretis, poi I° Crispi (4 aprile 1887 – 9 marzo 1889)

Ministri della Pubblica Istruzione:

Michele Coppino, prof., deputato, fino al 17 febbraio 1888.

 

Paolo Boselli, avv. prof., deputato, dal 17 febbraio 1888.

 

Sottosegretario:

Filippo Mariotti, avv., deputato.

 

 

II° Ministero Crispi (9 marzo 1889 – 9 febbraio 1891)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Paolo Boselli, avv. prof., deputato.

 

Sottosegretario:

Filippo Mariotti, avv., deputato, fino al 6 febbraio 1891.

 

 

I° Ministero Rudinì (9 febbraio 1891 – 15 maggio 1892)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Pasquale Villari, prof., senatore.

 

Sottosegretario:

Leopoldo Pullè, conte, deputato, dal 26 febbraio 1891 al 10 maggio 1892.

 

 

I° Ministero Giolitti (15 maggio 1892 – 15 dicembre 1893)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Ferdinando Martini, prof., deputato.

 

Sottosegretario:

Scipione Ronchetti, avv., deputato, dal 30 maggio 1892.

 

 

III° Ministero Crispi (15 dicembre 1893 – 10 marzo 1896)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Guido Baccelli, prof., deputato.

 

Sottosegretario:

Settimio Costantini, prof., deputato, dal 19 dicembre 1893.

 

 

II° Ministero Rudinì (10 marzo 1896 – 14 luglio 1896)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Emanuele Gianturco, avv. prof., deputato.

 

Sottosegretario:

Tancredi Galimberti, avv., deputato.

 

 

III° Ministero Rudinì (14 luglio 1896 – 14 dicembre 1897)

Ministri della Pubblica Istruzione:

Emanuele Gianturco, avv. prof., deputato, fino al 18 settembre 1897.

 

Giovanni Codronchi-Argeli, conte, dott., senatore, dal 18 settembre 1897.

 

Sottosegretari:

Tancredi Galimberti, avv., deputato, fino al 13 ottobre 1897.

Massimo Bonardi, avv., deputato, dal 13 ottobre 1897.

 

 

IV° Ministero Rudinì (14 dicembre 1897 – 1° giugno 1898)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Nicolò Gallo, avv., deputato.

 

Sottosegretario:

Massimo Bonardi, avv., deputato, (dimissioni accettate con R.D. 4 giugno 1898).

 

 

V° Ministero Rudinì (1-29 giugno 1898)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Luigi Cremona, prof., senatore.

 

Sottosegretario:

Emilio Pinchia, conte di Banchette, dott., deputato, dal 4 giugno 1898.

 

 

I° Ministero Pelloux (29 giugno 1898 – 14 maggio 1899)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Guido Baccelli, prof., deputato.

 

Sottosegretario:

Settimio Costantini, prof., deputato, dal 1° luglio 1898.

 

 

II° Ministero Pelloux (14 maggio 1899 – 24 giugno 1900)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Guido Baccelli, prof., deputato.

 

Sottosegretari:

Settimio Costantini, prof., deputato, † 19 luglio 1899.

Gennaro Manna, avv. prof., deputato, dal 28 ottobre 1899.

 

 

Ministero Saracco (24 giugno 1900 – 15 febbraio 1901)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Nicolò Gallo, avv., deputato.

 

Sottosegretario:

Enrico Panzacchi, prof., deputato.

 

 

Ministero Zanardelli (15 febbraio 1901 – 3 novembre 1903)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Nunzio Nasi, avv. prof., deputato.

 

Sottosegretario:

Giacomo Cortese, prof., deputato, fino al 22 giugno 1903.

 

 

II° Ministero Giolitti, poi Tittoni (3 novembre 1903 – 28 marzo 1905)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Vittorio Emanuele Orlando, avv. prof., deputato.

 

Sottosegretario:

Emilio Pinchia, conte di Banchette, dott., deputato.

 

 

I° Ministero Fortis (28 marzo 1905 – 24 dicembre 1905)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Leonardo Bianchi, prof., deputato.

 

Sottosegretario:

Luigi Rossi, avv. prof., deputato.

 

 

II° Ministero Fortis (24 dicembre 1905 – 8 febbraio 1906)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Errico De Marinis, prof., deputato.

 

Sottosegretario:

Benedetto Cirmeni, dott., deputato.

 

 

I° Ministero Sonnino (8 febbraio 1906 – 29 maggio 1906)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Paolo Boselli, avv. prof., deputato.

 

Sottosegretario:

Luigi Credaro, prof., deputato, dal 13 febbraio 1906.

 

 

III° Ministero Giolitti (29 maggio 1906 – 11 dicembre 1909)

Ministri della Pubblica Istruzione:

Guido Fusinato, prof., deputato, fino al 2 agosto 1906.

 

Luigi Rava, avv. prof., deputato, dal 2 agosto 1906.

 

Sottosegretario:

Augusto Ciuffelli, deputato, dal 5 giugno 1906.

 

 

II° Ministero Sonnino (11 dicembre 1909 – 31 marzo 1910)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Edoardo Daneo, avv., deputato.

 

Sottosegretario:

Alfonso Lucifero, nob., deputato, dal 14 dicembre 1909.

 

 

Ministero Luzzatti (31 marzo 1910 – 30 marzo 1911)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Luigi Credaro, prof., deputato.

 

Sottosegretario:

Antonio Teso, avv., deputato.

 

IV° Ministero Giolitti (30 marzo 1911 – 21 marzo 1914)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Luigi Credaro, prof., deputato.

 

Sottosegretario:

Antonio Vicini, avv., deputato.

 

 

I° Ministero Salandra (21 marzo 1914 – 5 novembre 1914)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Edoardo Daneo, avv., deputato.

 

Sottosegretario:

Giovanni Rosadi, avv., deputato.

 

 

II° Ministero Salandra (5 novembre 1914 – 19 giugno 1916)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Pasquale Grippo, avv. prof., deputato.

 

Sottosegretario:

Giovanni Rosadi, avv., deputato.

 

 

Ministero Boselli (19 giugno 1916 – 30 ottobre 1917)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Francesco Ruffini, avv. prof., senatore.

 

Sottosegretario:

Angelo Roth, prof., deputato.

 

 

Ministero Orlando (30 ottobre 1917 – 23 giugno 1919)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Agostino Berenini, avv. prof., senatore.

 

Sottosegretario:

Angelo Roth, prof., deputato.

 

I° Ministero Nitti (23 giugno 1919 – 22 maggio 1920)

Ministri della Pubblica Istruzione:

Alfredo Baccelli, avv., deputato, fino al 13 marzo 1920.

 

Andrea Torre, dott., deputato, dal 14 marzo 1920.

 

Sottosegretari:

Guido Celli, avv., deputato, fino al 14 marzo 1920.

Raffaele Caporali, prof., deputato, dal 15 marzo 1920.

Pompeo Molmenti, prof., senatore; per le Antichità e belle arti, dal 24 novembre 1919.

 

(Il sottosegretariato per le Antichità e belle arti fu istituito con R.D.L. 3 ottobre 1919, n. 1792).

 

 

II° Ministero Nitti (22 maggio 1920 – 16 giugno 1920)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Andrea Torre, dott., deputato.

 

Sottosegretari:

Raffaele Caporali, prof., deputato.

Giovanni Rosadi, avv., deputato; per le Antichità e belle arti.

 

 

V° Ministero Giolitti (16 giugno 1920 – 4 luglio 1921)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Benedetto Croce, senatore.

 

Sottosegretari:

Cesare Rossi, (conte, con R.D. 9 dicembre 1920), ing., deputato.

Giovanni Rosadi, avv., deputato; per le Antichità e belle arti.

 

 

I° Ministero Bonomi (4 luglio 1921 – 26 febbraio 1922)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Mario Orso Corbino, prof., senatore.

 

Sottosegretari:

Antonio Anile, prof., deputato.

Giovanni Rosadi, avv., deputato; per le Antichità e belle arti.

 

 

I° Ministero Facta (26 febbraio 1922 – 1° agosto 1922)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Antonio Anile, prof., deputato.

 

Sottosegretari:

Agostino Lo Piano, avv., deputato.

Giovanni Calò, prof., deputato; per le Antichità e belle arti.

 

 

II° Ministero Facta (1° agosto 1922 – 31 ottobre 1922)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Antonio Anile, prof., deputato.

 

Sottosegretari:

Agostino Lo Piano, avv., deputato.

(Giuseppe De Capitani d’Arzago, nob., avv., deputato; per le Antichità e belle arti. L’on. De Capitani non accettò l’incarico).

Luigi Siciliani, dott., deputato; per le Antichità e belle arti, dal 16 agosto 1922.

 

 

Ministero Mussolini (31 ottobre 1922 – 25 luglio 1943)

Ministri della Pubblica Istruzione poi dell’Educazione Nazionale:

Il ministero assunse la nuova denominazione con R.D. 12 settembre 1929, n. 1661; con lo stesso decreto fu istituito il sottosegretariato per l’Educazione fisica e giovanile, poi soppresso con R.D.L. 27 ottobre 1937, n. 1839 (le sue competenze passarono alla gioventù italiana del littorio – GIL). Il Sottosegretariato per le Antichità e belle arti fu soppresso con R.D. 29 aprile 1923, n. 953.

 

 

 

Giovanni Gentile, prof., (nominato senatore il 5 novembre 1922), ordinario di storia della filosofia nell’università di Roma, fino al 1° luglio 1924.

 

Alessandro Casati, conte, dott., senatore, dal 1° luglio 1924 al 5 gennaio 1925.

 

Pietro Fedele, prof., deputato, dal 5 gennaio 1925 al 9 luglio 1928.

 

Giuseppe Belluzzo, ing. prof., deputato, dal 9 luglio 1928 al 12 settembre 1929.

 

Balbino Giuliano, prof., deputato, dal 12 settembre 1929 al 20 luglio 1932.

 

Francesco Ercole, prof., deputato, dal 20 luglio 1932 al 24 gennaio 1935.

 

Cesare Maria De Vecchi, conte di Val Cismon (titolo concesso con R.D. 3 luglio 1925), avv. prof., senatore, dal 24 gennaio 1935 al 15 novembre 1936.

 

Giuseppe Bottai, prof., deputato, (consigliere nazionale), dal 15 novembre 1936 al 6 febbraio 1943.

 

Carlo Alberto Biggini, prof., consigliere nazionale, dal 6 febbraio 1943.

[Per completezza segnaliamo che nel Governo della Repubblica Sociale Italiana, durato fino all’aprile 1945, rimase Ministro dell’Educazione Nazionale Carlo Alberto Biggini]

 

Sottosegretari:

Dario Lupi, avv., deputato, fino al 3 luglio 1924.

Luigi Siciliani, dott., deputato; per le Antichità e belle arti (Sottosegretariato soppresso con R.D. 29 aprile 1923, n. 953), fino al 15 aprile 1923.

Balbino Giuliano, prof., deputato, dal 3 luglio 1924 al 6 gennaio 1925.

Michele Romano, prof., deputato, dal 6 gennaio 1925 al 6 novembre 1926.

Emilio Bodrero, prof., deputato, dal 6 novembre 1926 al 9 luglio 1928.

Pier Silverio Leicht, prof., deputato, dal 9 luglio 1928 al 12 settembre 1929.

Salvatore Di Marzo, prof., deputato, dal 12 settembre 1929 al 20 luglio 1932.

Renato Ricci, rag., deputato; per l’Educazione fisica e giovanile (dopo la nomina dell’on. Solmi a ministro di Grazia e giustizia, all’on. Ricci passarono, di fatto, anche le competenze spettanti al sottosegretario per l’Educazione nazionale), dal 12 settembre 1929 al 12 novembre 1937.

Arrigo Solmi, prof., deputato, dal 20 luglio 1932 al 24 gennaio 1935.

Riccardo Del Giudice, prof., consigliere nazionale, dal 5 dicembre 1939 al 13 febbraio 1943.

Emilio Bodrero, prof., senatore, dal 18 febbraio al 15 maggio 1941.

Guido Rispoli, prof., consigliere nazionale, dal 13 febbraio 1943.

 

 

I° Ministero Badoglio (26 luglio 1943 – 22 aprile 1944)

Ministri dell’Educazione Nazionale:

Leonardo Severi, dott., consigliere di Stato, fino all’11 febbraio 1944.

 

Giovanni Cuomo, avv. prof., dall’11 febbraio 1944.

 

Sottosegretario:

Giovanni Cuomo, avv. prof., fino all’11 febbraio 1944.

 

 

II° Ministero Badoglio (22 aprile 1944 – 18 giugno 1944)

Ministro dell’Educazione Nazionale poi della Pubblica Istruzione:

La nuova denominazione del ministero fu disposta con R.D. 29 maggio 1944, n. 142.

Adolfo Omodeo, prof., rettore dell’università di Napoli.

 

Sottosegretario:

Angelo Raffaele Jervolino, avv.

 

 

II° Ministero Bonomi (18 giugno 1944 – 12 dicembre 1944)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Guido De Ruggiero, prof., rettore dell’università di Roma.

 

Sottosegretario:

Bernardo Mattarella, avv.

 

 

III° Ministero Bonomi (12 dicembre 1944 – 21 giugno 1945)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Vincenzo Arangio Ruiz, prof., ordinario di istituzioni di diritto romano all’università di Napoli.

 

Sottosegretario:

Bernardo Mattarella, avv.

 

 

Ministero Parri (21 giugno 1945 – 10 dicembre 1945)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Vincenzo Arangio Ruiz, prof.

 

Sottosegretari:

Achille Marazza, avv.

Carlo Ludovico Ragghianti, prof. (Sottosegretario con delega alle Belle arti e spettacolo).

 

 

I° Ministero De Gasperi (10 dicembre 1945 – 1° luglio 1946)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Enrico Molè, avv.

 

Sottosegretari:

Achille Marazza, avv.

Enrico Paresce, prof. (Sottosegretario con delega alle Belle arti e spettacolo).

 

 

Segretari Generali del Ministero della Pubblica Istruzione (dal 1861 al 1888, anno in cui, con L. del 12 febbraio n. 5195, sono sostituiti con i Sottosegretari di Stato).

Giuseppe Alasia, avv., deputato, fino al 22 marzo 1861.

Quintino Sella, ing. prof., (deputato), membro del consiglio superiore dell’istruzione pubblica, ordinario di mineralogia nella scuola di applicazione degli ingegneri laureati di Torino, ingegnere nell’amministrazione delle miniere, 31 marzo 1861 – 23 giugno 1861.

Francesco Brioschi, ing. prof., (deputato), rettore dell’università di Pavia, 1° luglio 1861 – 17 gennaio 1863.

Giulio Rezasco, capo della divisione personale e belle arti al ministero della Pubblica istruzione, ff., 18 gennaio 1863 – 24 settembre 1864.

Nicomede Bianchi, prof., preside del liceo Cavour di Torino, 1 novembre 1864 – 6 gennaio 1866.

Federico Napoli, prof., deputato, 6 gennaio 1866 – 15 maggio 1869.

Pasquale Villari, prof., membro del consiglio superiore dell’istruzione pubblica, ordinario di storia antica e moderna e preside della sezione di filosofia e filologia dell’istituto di studi superiori pratici e di perfezionamento di Firenze, 16 maggio 1869 – 10 dicembre 1869.

Pasquale Villari, predetto, 15 gennaio 1870 – 17 marzo 1870.

Giovanni Cantoni, ing. prof., (deputato) , ordinario di fisica nell’università di Pavia, 17 marzo 1870 – 17 maggio 1872.

Giulio Rezasco, direttore della divisione belle arti, antichità, biblioteche, archivi e accademie al ministero della Pubblica istruzione, ff, 24 maggio 1872 – 30 dicembre 1873.

Romualdo Bonfadini, dott., deputato, 30 dicembre 1873 – 1° ottobre 1874.

Enrico Betti, prof., (deputato), ordinario di fisica matematica nell’università di Pisa, 14 ottobre 1874 – 31 marzo 1876.

Camillo Ferrati, ing. prof., deputato, 8 aprile 1876 – 10 aprile 1878.

Martino Speciale Costarelli, avv., deputato, 1° giugno 1878 – 23 dicembre 1878.

Giovanni Puccini, avv., deputato, gennaio 1879 – 20 luglio 1879.

Martino Speciale Costarelli, avv., deputato, 20 luglio 1879 – 30 novembre 1879.

Francesco Tenerelli, avv., deputato, 18 dicembre 1879 – 15 gennaio 1881.

Settimio Costantini, prof., deputato, 1° febbraio 1881 – 1° aprile 1884.

Ferdinando Martini, prof., deputato, 27 aprile 1884 – 31 gennaio 1886.

Filippo Mariotti, avv., deputato, 14 aprile 1887 – 29 febbraio 1888.



I commenti sono chiusi.