11 gennaio 2014 – Sul sito parte l’autocensimento dei collaboratori esterni dei beni culturali

autocensimento_logo_miniDall’11 gennaio sul nostro sito sarà possibile compilare il modulo per l’autocensimento dei collaboratori esterni del mondo dei beni culturali, o meglio del Ministero (Mibact) e delle istituzioni degli degli Enti locali. Invitiamo tutti coloro che svolgono una collaborazione esterna a visitare la pagina e a compilare il modulo. Si tratta di una iniziativa della massima importanza per rendere più forti le ragioni di protesta dei lavoratori precari, che vivono in una condizione deregolamentata e confusa che da anni caratterizza in modo particolare il settore delle professioni culturali. L’autocensimento, che fa seguito a una delle mozioni finali del convegno sul precariato del 2012, è sostenuto da numerose associazioni della tutela e dei professionisti dei beni culturali che saranno presto riportate sulla pagina.

Pagina con la presentazione e il modulo dell’autocensimento.

27 settembre 2012: “L’Italia dei Beni Culturali: formazione senza lavoro e lavoro senza formazione”

L’Associazione Bianchi Bandinelli ha organizzato per il 27 settembre 2012 una grande iniziativa di riflessione, confronto, protesta e proposta sulla situazione delle professioni del patrimonio culturale e sull’emergenza delle diverse forme di precariato nell’ambito della conoscenza e della tutela: “L’Italia dei Beni Culturali: formazione senza lavoro e lavoro senza formazione”.

7 ottobre 2011 – Iniziative per gli Archivi

logoAnaiL’Associazione Bianchi Bandinelli ha espresso il proprio sostegno alle iniziative di protesta  e di riflessione promosse dai settori degli  Archivi e delle Biblioteche, in particolare dall’Associazione Nazionale Archivistica Italiana (ANAI):

12-15 ottobre: l’ANAI ha organizzato insieme con la Società Italiana degli Storici Medievisti (SISMED), la Società Italiana per la Storia dell’Età Moderna (SISEM) e la Società italiana per lo Studio della Storia contemporanea (SISSCO) la Manifestazione nazionale  “…E poi non rimase nessuno. Archivi e archivisti nella crisi italiana”, quattro giorni di eventi e incontri su tutto il territorio nazionale per portare l’attenzione dei cittadini e delle istituzioni sulla grave situazione di rischio in cui si trova la gestione del patrimonio archivistico nazionale e sulle condizioni in cui si trovano a lavorare gli archivisti sia impiegati negli istituti sia libero professionisti. 

E’ possibile seguire il calendario delle iniziative sul sito dedicato www.archivisti2011.it.