Il premio Ranuccio Bianchi Bandinelli a Desideria Pasolini dall’Onda

Il Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli “La tutela come impegno civile”, alla sua prima edizione, è stato assegnato a Desideria Pasolini dall’Onda. Lo ha deciso il direttivo dell’Associazione Bianchi Bandinelli nella riunione del 2 febbraio. Uno speciale riconoscimento è stato attribuito a due realtà che interpretano a diverso titolo la tutela come impegno civile: lo staff di collaboratori e collaboratrici volontarie del Museo Storico della Liberazione di via Tasso a Roma e la procedura che ha portato all’apposizione del vincolo al Vigneto storico di Baver, in provincia di Treviso, come azione congiunta della Direzione Regionale per i Beni Culturali e paesaggistici del Veneto e dell’Associazione culturale Borgo Baver onlus.

Desideria Pasolini dall’Onda nel 1955 è stata fra i fondatori di Italia Nostra con Elena Croce, Giorgio Bassani, Umberto Zanotti Bianco, Luigi Magnani, Hubert Howard e Pietro Paolo Trompeo. Da allora è sempre stata in prima linea nella difesa dell’arte, del paesaggio, dei beni culturali e dei centri storici. Accanto ad Antonio Cederna si è battuta per la salvezza dell’Appia Antica e contro la speculazione fondiaria. Legata da amicizia e concordanza d’intenti con i fondatori della Bianchi Bandinelli, Giulio Carlo Argan e Giuseppe Chiarante, ha collaborato fin dall’inizio alla vita dell’Associazione.

Collegamento alla pagina dedicata al Premio

4 dicembre 2014 – Adesioni e appuntamenti per il 2015

cropped-Logo_ass-bianchi-bandinelli_foto.jpgSono aperte le iscrizioni all’Associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli per l’anno 2015.

Gli interessati potranno iscriversi o rinnovare la propria adesione attraverso le modalità indicate alla pagina dedicata, oppure personalmente in occasione degli incontri pubblici organizzati dall’Associazione stessa.

I soci saranno resi partecipi delle attività in corso attraverso messaggi di posta elettronica, potranno prendere parte all’Assemblea generale e alle numerose iniziative previste per il nuovo anno (vedi elenco più oltre), alcune delle quali riservate ai soli iscritti. Riceveranno inoltre i volumi pubblicati nel corso dell’anno e potranno richiedere gli arretrati.

Scarica la lettera ai soci scritta dal Presidente, Vezio De Lucia 2014.08_lettera ai soci

Continue reading

19 dicembre 2013 – Materiali del convegno “L’Italia dei beni culturali: i nodi del cambiamento”

logo solo colonnaAttraverso la pagina dedicata ai materiali si possono leggere o scaricare in formato pdf gli interventi di Guido Melis, Vittorio Emiliani, Irene Berlingò, Marisa Dalai Emiliani, Sara Parca, Claudio Gamba, Paola Elisabetta Simeoni, Giorgio Sanguinetti e Salvatore Settis al convegno “L’Italia dei beni culturali: i nodi del cambiamento. Ricordando l’impegno e le proposte di Giuseppe Chiarante”, che si è svolto il 3 dicembre a Roma, Sala Capitolare, Senato della Repubblica.

Collegamento alla pagina con i materiali del convegno

3 dicembre 2013 – L’Italia del beni culturali: i nodi del cambiamento

Logo convegno ABB, 3 dic 2013Martedì 3 dicembre 2013 si svolgerà a Roma il convegno L’Italia del beni culturali: i nodi del cambiamentoRicordando l’impegno e le proposte di Giuseppe Chiarante, promosso dall’Associazione Bianchi Bandinelli per ricordare la lunga attività di Chiarante in difesa dei beni culturali e avanzare riflessioni e proposte sul presente.

Tra i relatori Giuseppe Vacca, Guido Melis, Vittorio Emiliani. La giornata terminerà con le conclusioni di Salvatore Settis sul tema Italia bene comune.

Programma: ABB Programma Convegno 3 dic 2013-2

Pagina dedicata al convegno

Pagina dedicata a Giuseppe Chiarante

24 settembre 2013 – In preparazione un convegno dedicato a Giuseppe Chiarante

chiarantelogoABB_capitelloL’Associazione Bianchi Bandinelli promuove un convegno dal titolo L’Italia dei beni culturali: i nodi del cambiamento. Ricordando l’impegno e le proposte di Giuseppe Chiarante, che si terrà martedì 3 dicembre 2013.

Scopo dell’iniziativa è quello di ricordare, ad un anno dalla scomparsa, la lunga attività di Chiarante in difesa dei beni culturali e di avanzare riflessioni e proposte sul presente, a partire proprio dalla sua eredità.

Tra i relatori Giuseppe Vacca, Guido Melis, Vittorio Emiliani. La giornata terminerà con le conclusioni di Salvatore Settis sul tema Italia bene comune.  A breve sarà pubblicato il programma definitivo.

Pagina dedicata a Giuseppe Chiarante

16 novembre 2012 – Incontro su Giuseppe Chiarante: politica e cultura

L’Associazione per il rinnovamento della sinistra e l’Associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli invitano all’incontro “Giuseppe Chiarante: politica e cultura”. Comunicazioni, interventi e testimonianze di Aldo Tortorella, Adriano La Regina (introduzioni), Luciana Castellina, Umberto D’Angelo, Piero Di Siena, Graziella Falcone, Giovanni Galloni, Claudio Gamba, Alba Sasso, Vincenzo Vita, Agostino Ziino. Coordina Alfiero Grandi. È previsto il saluto della sen. Anna Finocchiaro. Venerdì 16 novembre 2012, ore 9.30 – 13.00, Camera dei Deputati – Auletta dei Gruppi Parlamentari, Via di Campo Marzio, 78 – Roma.

Trattandosi di edificio della Camera dei Deputati, per disposizione regolamentare, vi è l’obbligo di giacca e cravatta per gli uomini.

31 luglio 2012 – La scomparsa di Chiarante

Si è spento nella notte Giuseppe Chiarante, fondatore con Argan dell’Associazione Bianchi Bandinelli nel 1991. Dell’Associazione è stato il presidente dal 1993 al 2005, poi presidente onorario e coordinatore del Comitato scientifico. La sua infaticabile battaglia in difesa del patrimonio culturale italiano, come esponente della sinistra, senatore, vicepresidente del Consiglio Nazionale dei beni culturali, ha rappresentato un importante contributo contro la deriva economicistica della cultura e a favore di una riforma dell’amministrazione dei beni culturali che mettesse in primo piano le competenze tecnico-scientifiche. Per molti anni impegnato sui temi della scuola e dell’università, ha sostenuto l’importanza di uno stretto legame tra il mondo della formazione e quello della tutela dei beni culturali. L’Associazione esprime il suo cordoglio per la perdita e insieme rinnova il suo impegno a proseguire con tenacia le battaglie che per tanti anni ha condotto Giuseppe Chiarante.

Vai alla pagina con foto e materiali

Vai alla pagina con la rassegna stampa

10 agosto 2012: Articolo in ricordo di G. Chiarante e R. Nicolini

20 ottobre 2009 – Presentazione del libro di Giuseppe Chiarante

2009_chiarante_fine-pciIl 20 ottobre sarà presentato a Roma il nuovo libro di Giuseppe Chiarante, presidente onorario dell’Associazione Bianchi Bandinelli, che esce in concomitanza con il suo ottantesimo compleanno. Il volume, edito da Carocci, ha per titolo La fine del PCI. Dall’alternativa democratica di Berlinguer all’ultimo Congresso (1979-1991). Ne discuteranno Piero Di Siena, Anna Finocchiaro, Giovanni Galloni, Stefano Rodotà, Rossana Rossanda, Aldo Tortorella. La presentazione, promossa dall’editore e dall’Associazione per il rinnovamento della sinistra, si terrà a Roma presso la Sala Capitolare c/o il Chiostro del convento di S. Maria sopra Minerva (Senato della Repubblica, per gli uomini è d’obbligo indossare giacca e cravatta), piazza della Minerva 38, Roma, ore 16.30.