Cerimonia di consegna del Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli 2016

Lunedì 29 febbraio 2016, ore 15,00 presso la Sala Alessandrina del complesso di Sant’Ivo alla Sapienza si terrà la cerimonia di consegna del Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli “La tutela come impegno civile”.

Continue reading

23 febbraio 2015 – Cerimonia di conferimento del Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli

logoABB_capitelloLunedì 23 febbraio alle ore 16.00 presso Palazzo Massimo, sede del Museo Nazionale Romano, si svolgerà la cerimonia di consegna del Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli, 1^ edizione “La tutela come impegno civile”, assegnato a Desideria Pasolini dall’Onda, con menzione speciale per i collaboratori del Museo storico della Liberazione di Via Tasso (Roma) e per la Direzione Regionale per i Beni Culturali e paesaggistici del Veneto e Associazione Culturale Borgo Baver onlus.

Presentano: Vittorio Emiliani, Gemma Luzzi, Francesco Erbani.

Scarica l’invito 2015.02_locandina premio.VF

Collegamento alla pagina dedicata al Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli

Il premio Ranuccio Bianchi Bandinelli a Desideria Pasolini dall’Onda

Il Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli “La tutela come impegno civile”, alla sua prima edizione, è stato assegnato a Desideria Pasolini dall’Onda. Lo ha deciso il direttivo dell’Associazione Bianchi Bandinelli nella riunione del 2 febbraio. Uno speciale riconoscimento è stato attribuito a due realtà che interpretano a diverso titolo la tutela come impegno civile: lo staff di collaboratori e collaboratrici volontarie del Museo Storico della Liberazione di via Tasso a Roma e la procedura che ha portato all’apposizione del vincolo al Vigneto storico di Baver, in provincia di Treviso, come azione congiunta della Direzione Regionale per i Beni Culturali e paesaggistici del Veneto e dell’Associazione culturale Borgo Baver onlus.

Desideria Pasolini dall’Onda nel 1955 è stata fra i fondatori di Italia Nostra con Elena Croce, Giorgio Bassani, Umberto Zanotti Bianco, Luigi Magnani, Hubert Howard e Pietro Paolo Trompeo. Da allora è sempre stata in prima linea nella difesa dell’arte, del paesaggio, dei beni culturali e dei centri storici. Accanto ad Antonio Cederna si è battuta per la salvezza dell’Appia Antica e contro la speculazione fondiaria. Legata da amicizia e concordanza d’intenti con i fondatori della Bianchi Bandinelli, Giulio Carlo Argan e Giuseppe Chiarante, ha collaborato fin dall’inizio alla vita dell’Associazione.

Collegamento alla pagina dedicata al Premio

21 agosto 2014 – Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli 2014: la tutela come impegno civile

logoABB_capitelloL’associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli istituisce un premio annuale da conferire a persone o associazioni che abbiano compiuto un’azione o avviato un’iniziativa per la salvaguardia del nostro patrimonio culturale, materiale e immateriale.

Aiutateci ad individuare il candidato ideale inviando segnalazioni di associazioni, gruppi, o singoli che abbiano saputo suscitare l’attenzione e l’impegno dell’opinione pubblica per la salvezza di un pezzo della nostra identità storica, che si tratti di un’attività, di un’opera, di un luogo o di un contesto.

Collegamento alla pagina dedicata al Premio