L’Associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli ricorda Antonio Cederna

conferenza-cederna-2016ABB ricorda Antonio Cederna

 

L’associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli, fondata nel 1991 da Giulio Carlo Argan per condurre attività di studi, ricerche e formazione nel campo dei beni culturali, ricorda Antonio Cederna a venti anni dalla scomparsa. Cederna, archeologo, giornalista, studioso, impegnò gran parte della vita a difendere il patrimonio storico artistico italiano, e di Roma in particolare, dagli scempi e dal malgoverno. Lo fece scrivendo centinaia di articoli, su Il Mondo di Mario Pannunzio, poi sul Corriere della Sera, la Repubblica e l’Espresso, e anche militando in associazioni ambientaliste – fu tra i fondatori di Italia Nostra – e svolgendo attività politica. Fu consigliere comunale e deputato della sinistra indipendente dal 1987 al 1992. Ma l’azione di Cederna non fu solo di tipo interdittivo, fu anche propositiva, volta al rinnovamento dell’urbanistica e al miglior uso del patrimonio e dello spazio pubblico.
Per ricordare e ripensare le politiche per Roma di Antonio Cederna l’associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli ha promosso la conferenza che il senatore Walter Tocci, a suo tempo amico e collaboratore di Cederna, terrà giovedì 17 pomeriggio alla Camera dei deputati, dopo il saluto della presidente Laura Boldrini e un intervento di Vezio De Lucia presidente dell’associazione.
L’evento sarà trasmesso in diretta sulla webtv della Camera dei Deputati.

SULLE ORME DI ANTONIO CEDERNA LUNGO LA VIA APPIA

“I beni culturali ed ambientali sono un bene comune, scopo finale della loro conservazione deve essere  l’uso ed il godimento pubblico, la loro tutela è una questione di principio  e non ammette scelte discrezionali.”

L’Associazione Bianchi Bandinelli invita alla camminata
SULLE ORME DI ANTONIO CEDERNA LUNGO LA VIA APPIA

accompagnati da Rita Paris
con interventi di Giuseppe Cederna, Vezio De Lucia, Vittorio Emiliani

Sabato 13 febbraio 2016, ore 10:00

Da Villa dei Quintili (Via Appia Nuova, 1092, raggiungibile con IL BUS 118) fino al sito di Capo di Bove e Mausoleo di Cecilia Metella

Appia 13.2.16-page-001

Il mondo accademico si mobilita a difesa dell’archeologia italiana

Gli studiosi europei e stranieri riuniti in Roma nella sede del Reale Istituto d’Olanda in occasione del convegno internazionale “The State of the Samnites / Lo Stato dei Sanniti” (28-30 gennaio 2016) esprimono grave preoccupazione per le sorti dell’archeologia a seguito dei provvedimenti governativi intesi ad abolire gli uffici dello Stato italiano con competenza specifica ed esclusiva sulla cura unitaria dei monumenti antichi, delle collezioni pubbliche di antichità e del patrimonio archeologico ancora inesplorato. Verrebbero così disattesi modelli amministrativi e forme di cultura giuridica che hanno ispirato l’ordinamento delle antichità in molte parti del mondo. Questo indiscusso e plurisecolare primato rischia di perdersi persino a Roma, che ha avuto come prefetti alle antichità Raffaello, per “lo haver cura che quello poco che resta di questa antica madre della gloria et nome Italiano … non sia extirpato in tutto”, e Johann Joachim Winckelmann, il fondatore dell’archeologia moderna.

Motion approved by the Conference on January 29th, 2016.

Il 2015 dell’Associazione Bianchi Bandinelli

Lettera di Vezio De Lucia ai soci

Cara socia / caro socio,

considera questa lettera come un doveroso, breve rapporto sul lavoro fatto e sui programmi per l’anno prossimo. Il 2015, come sai, è stato l’anno in cui è entrata in vigore la riforma Franceschini, una riforma che riteniamo sbagliata e che abbiamo contestata attivando una molteplicità di azioni, pur senza trascurare la nostra tradizionale presenza su tanti altri aspetti riguardanti la salvaguardia del patrimonio nazionale d’arte e di cultura. Qui di seguito ti elenco molto in sintesi le iniziative che abbiamo svolto nei mesi trascorsi. Continue reading

I piani paesaggistici fra Stato e Regioni

locandina piani paesaggistici

Associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli presenta

I piani paesaggistici fra Stato e Regioni

18 maggio 2015, ore 16,30

Ne discutono Anna Marson e Francesco Scoppola, coordina Francesco Erbani

Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte Piazza San Marco 49, Roma

L’11 aprile scorso, con la firma dell’accordo di pianificazione da parte del ministro Dario Franceschini e del presidente Enrico Rossi, è stato definitivamente approvato il piano paesaggistico della Toscana. Un risultato importante e soddisfacente, dopo una fase lunga e tormentata di discussioni e di scontri anche all’interno della maggioranza di centrosinistra. Un’indiscutibile novità è il ruolo attivo finalmente giocato dal ministero, per la prima volta dopo l’approvazione del Codice. La nostra associazione, che da anni denuncia i ritardi delle regioni e l’assenza d’iniziativa del ministero, coglie l’occasione per riprendere il dibattito sulla pianificazione del paesaggio, e ha perciò invitato due protagonisti delle politiche di tutela e governo del territorio del nostro Paese.

Anna Marson, assessore regionale a Urbanistica, pianificazione del territorio e paesaggio della Toscana, ha difeso con coraggio e determinazione il piano paesaggistico che, al termine della discussione in consiglio regionale, rischiava di essere sfigurato da pericolosi emendamenti volti, tra l’altro, a estendere l’attività di escavazione sulle Alpi Apuane e ad ampliare gli interventi di trasformazione lungo la fascia costiera. Al termine della discussione, grazie anche all’azione del presidente Rossi, sono state concordate positive mediazioni. Dell’assessore Marson si può leggere sul sito della associazione Bianchi Bandinelli l’importante intervento a conclusione del dibattito in consiglio regionale.

Francesco Scoppola è da pochi mesi direttore generale delle Belle arti e del Paesaggio. Della sua precedente vasta esperienza, la nostra associazione ha recentemente ricordato la partecipazione, con Leonardo Benevolo, alla formazione del Progetto Fori del 1988. A Scoppola spetta l’onere di restituire prestigio ed efficacia alla presenza dello Stato che, finora, in materia di pianificazione del paesaggio, è stata francamente deludente. Disattese sono in particolare le previsioni del Codice in materia di indirizzo dell’azione regionale.

La Regina: “Rilanciamo il Progetto Fori”

FORI LA REGINA FOTO

C’era tantissima folla ieri a Roma per la conferenza di Adriano La Regina “Roma moderna. I Fori e la città”, organizzata dall’Associazione Bianchi Bandinelli. La sala conferenze dell’Istituto nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte era piena, pieno anche il corridoio dell’Istituto. La Regina ha sottolineato l’attualità del progetto di cui fu protagonista fra la fine degli anni Settanta e i primi anni Ottanta insieme ad Antonio Cederna, Leonardo Benevolo, Italo Insolera e al sindaco di Roma Luigi Petroselli. Il progetto prevedeva la riunificazione dell’area archeologica da piazza Venezia al Colosseo e lo smantellamento di via dei Fori Imperiali.

All’incontro di ieri, coordinato da Vezio De Lucia, sono intervenuti Giovanni Caudo, Francesco Prosperetti, Piero Giovanni Guzzo, Maria Pia Guermandi, Walter Tocci, Sergio Rinaldi Tufi e Mariarosaria Barbera.

> Vai alla pagina con il testo della conferenza di Adriano La Regina 

> Vai alla pagina con il testo “Un documento non utilizzato” di Sergio Rinaldi Tufi

> Vai alla pagina con il testo “Tre dubbi sulla Commissione di Pier Giovanni Guzzo

> Vai ai video degli interventi

4 dicembre 2014 – Adesioni e appuntamenti per il 2015

cropped-Logo_ass-bianchi-bandinelli_foto.jpgSono aperte le iscrizioni all’Associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli per l’anno 2015.

Gli interessati potranno iscriversi o rinnovare la propria adesione attraverso le modalità indicate alla pagina dedicata, oppure personalmente in occasione degli incontri pubblici organizzati dall’Associazione stessa.

I soci saranno resi partecipi delle attività in corso attraverso messaggi di posta elettronica, potranno prendere parte all’Assemblea generale e alle numerose iniziative previste per il nuovo anno (vedi elenco più oltre), alcune delle quali riservate ai soli iscritti. Riceveranno inoltre i volumi pubblicati nel corso dell’anno e potranno richiedere gli arretrati.

Scarica la lettera ai soci scritta dal Presidente, Vezio De Lucia 2014.08_lettera ai soci

Continue reading

4 luglio 2014 – Il nuovo Piano Paesaggistico della Regione Toscana

toscanaPITIl 2 luglio 2014 il Consiglio Regionale della Toscana ha approvato l’adozione del nuovo Piano Paesaggistico.

Il Piano, studiato con la collaborazione degli Enti locali e delle Università e d’intesa con il MiBACT, è basato su un grande lavoro di approfondimento e di sistemazione della conoscenza dei caratteri e degli elementi che definiscono i paesaggi toscani e la loro percezione che non interessa i soli “paesaggi eccellenti”, già tutelati con i vincoli statali, ma anche i paesaggi delle periferie, delle aree in abbandono, delle zone industriali anche degradate, dei bacini fluviali, delle colline coltivate e delle piane urbanizzate. Continue reading

4 luglio 2014 – Presentazione del nuovo Piano Paesaggistico della Regione Toscana

PP Toscana 1Martedì 1 luglio all’ordine del giorno del Consiglio Regionale della Toscana è prevista la votazione dell’adozione del Piano Paesaggistico regionale. Tale piano è peraltro balzato agli onori delle cronache negli ultimi giorni per via della prevista limitazione delle attività di cava nelle Alpi Apuane, che ha indotto Legacoop e Assindustria a proclamare una serrata dei cavatori.

L’Associazione Bianchi Bandinelli promuove un incontro dedicato alla presentazione del nuovo Piano Paesaggistico della Regione Toscana, che si terrà venerdì 4 luglio presso la sede della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma – Archivio Antonio Cederna. Continue reading

25 giugno 2014 – MetroNeapolis: archeologia e urbanistica nella nuova metropolitana di Napoli

Progetto NapoliA seguito della visita di studio dello scorso 3 aprile alle stazioni della linea metropolitana di Napoli e al cantiere di piazza Municipio, l’Associazione Bianchi Bandinelli ha organizzato un incontro per riprendere e approfondire il tema dei progetti, realizzati e in corso, delle “stazioni dell’arte” del capoluogo partenopeo.

La conferenza, intitolata MetroNeapolis: archeologia e urbanistica nella nuova metropolitana di Napoli, si è tenuta all’INASA mercoledì 25 giugno.

Sono intervenuti Elena Camerlingo, Daniela Giampaola, Serena Riccio e Ugo Carughi. Ha introdotto e coordinato i lavori Vezio De Lucia.
In conclusione si è tenuto un dibattito con il pubblico presente in sala, condotto dal giornalista Giuseppe Pullara.

Scarica il Programma

Scarica il Comunicato stampa

Collegamento alla pagina dedicata alla visita del 3 aprile 2014 a Napoli

4 maggio 2014 – Mirandola com’era, dov’era

Logo MirandolaA due anni dal terribile terremoto che ha scosso l’Emilia e procurato danni ingenti al patrimonio storico-artistico, Italia Nostra Consiglio Regionale Emilia Romagna invita il mondo della cultura e tutti gli interessati, insieme a La Nostra Mirandola, ANISA, Associazione Bianchi Bandinelli, Comitato per la Bellezza, Eddyburg, Italia Nostra L’Aquila, Patrimonio SOS a Mirandola il prossimo 4 maggio, per conoscere la realtà del sisma in Emilia Romagna, in un percorso che sceglie questa località come piazza di aggregazione, ma si estende a tutti i comuni coinvolti in questa tragica emergenza. Per l’Associazione Bianchi Bandinelli interverrà il presidente Vezio De Lucia.

Video dell’intervento di Vezio De Lucia

Scarica il comunicato stampa

Scarica la locandina

Collegamento al sito dedicato http://mirandola4maggio.wordpress.com

3 aprile 2014 – L’Associazione Bianchi Bandinelli in visita di studio Napoli

Napoli_04_05_2014 217Giovedì 3 aprile una delegazione dell’Associazione Bianchi Bandinelli ha partecipato ad una visita di studio a Napoli, organizzata dal presidente Vezio De Lucia.

Com’è noto, la città di Napoli è impegnata da molti anni in un progetto di sviluppo del sistema di collegamento ferroviario, allineato alle tendenze internazionali che puntano sull’incremento dei trasporti pubblici su rotaie come fattore cardine per la realizzazione di una mobilità più sostenibile e che al contempo uniscono agli scopi della progettazione quello della riqualificazione delle aree urbane e metropolitane interessate dal percorso. Il gruppo ha potuto percorrere alcune delle cosiddette “stazioni dell’arte” lungo il percorso della linea 1 della metropolitana, ed ha potuto visitare il cantiere della stazione di piazza Municipio, destinato a diventare un vero e proprio gioiello, in cui l’intervento contemporaneo paleserà il suo legame inscindibile con il tessuto storico della città, rendendo il progetto un unicum non replicabile altrove.

Oggetto della visita sono stati anche l’antico teatro di Neapolis e il quartiere di Scampia.

Leggi la Relazione visita a Napoli

Collegamento alla Galleria di immagini

27 gennaio 2014 – Nuove cariche sociali ABB

logoABB_capitelloL’Assemblea dei Soci dell’Associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli, nella riunione annuale del 27 gennaio 2014, ha rinnovato le proprie cariche sociali.

Nuovo presidente è stato eletto l’architetto Vezio De Lucia, mentre la professoressa Marisa Dalai Emiliani, in carica dal 2006 a oggi, è stata nominata presidente onorario; Umberto D’Angelo è stato nominato vicepresidente.

Pagina con Organigramma e Statuto

 

10 aprile 2013 – Presentazione libro Vezio De Lucia

2013-04-delucia-copertinaMercoledì 10 aprile, ore 18, si terrà a Roma la presentazione del libro di Vezio De Lucia “Nella città dolente. Scempi, condoni e signori del cemento”. Interverrano Paolo Berdini e Francesco Erbani. La presentazione si terrà presso la Libreria Feltrinelli di via V.E. Orlando 84.
Apri e scarica l’invito: 2013-04-10_invito-de-lucia

 

23 ottobre 2009 – L’Aquila. Non si uccide così anche una città?

Aquila_palazzo-GovernoL’Associazione Bianchi Bandinelli invita a scaricare e leggere il dossier “L’Aquila. Non si uccide così anche una città?” di Georg J. Frisch e Vezio De Lucia, Roberto De Marco, Paolo Liberatore con la documentata analisi sulla ricostruzione post-terremoto a L’Aquila.

Link esterno: http://www.eddyburg.it