MINISTRI e Sottosegretari per i Beni Culturali della Repubblica Italiana (dal 1946)

23 febbraio, 2014

MINISTRI e Sottosegretari responsabili delle Antichità e Belle Arti (1861-1974) nel Ministero della Pubblica Istruzione, poi dell’Educazione Nazionale 1929-44, e di nuovo P.I.; MINISTRI e Sottosegretari per i Beni Culturali e Ambientali, poi per i Beni e le Attività Culturali (dal 1974):

Vai alla parte prima: Ministri e Sottosegretari della Pubblica Istruzione del Regno d’Italia, dall’Unità fino alla proclamazione della Repubblica (1861-1946)

Parte seconda (in questa pagina): Ministri e Sottosegretari della Repubblica Italiana (dal 1946) responsabili delle Antichità e Belle Arti (Ministero della Pubblica Istruzione) e dei Beni culturali (dal 1974)

a cura di Claudio Gamba

——

 

Repubblica Italiana

Ministero della Pubblica Istruzione (1946-1974)

Ministero per i Beni Culturali e Ambientali (1974-1998)

Ministero per i Beni e le Attività Culturali (1998-2013)

Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (dal 2013)

Vengono indicati il Governo (nome del Presidente del Consiglio ed estremi cronologici), il Ministro della Pubblica Istruzione e i relativi sottosegretari. Dal 1962 viene nominato anche un Ministro senza portafoglio per la Ricerca scientifica (con interruzioni) poi denominato Ricerca scientifica e tecnologica. Nel luglio 1973 vengono nominati altri due Ministri senza portafoglio: per l’Ambiente e per i Beni culturali (riuniti nel marzo 1974); nel dicembre 1974 viene istituito il Ministero per i Beni culturali e ambientali, che cessa di essere senza portafoglio (nel febbraio 1976 gli viene attribuito anche il Coordinamento della ricerca scientifica e tecnologica, fino al 1979 quando il Coordinamento ritorna a un Ministero senza portafoglio).

 

Proclamazione della Repubblica: 2 giugno 1946

Assemblea costituente (25 giugno 1945 – 31 gennaio 1948)

 

pi_gonellaII° Ministero De Gasperi (13 luglio 1946 – 28 gennaio 1947)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Guido Gonella

 

Sottosegretario:

Giuseppe Salvatori Bellucci

 

 

pi_gonellaIII° Ministero De Gasperi (2 febbraio 1947 – 31 maggio 1947)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Guido Gonella

 

Sottosegretario:

Ferdinando Bernini

 

 

pi_gonellaIV° Ministero De Gasperi (31 maggio 1947 – 23 maggio 1948)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Guido Gonella

 

Sottosegretario:

Giuseppe Perrone Capano (nominato il 22 dicembre 1947)

 

 

I° Legislatura (8 maggio 1948 – 4 aprile 1953)

 

pi_gonellaV° Ministero De Gasperi (23 maggio 1948 – 14 gennaio 1950)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Guido Gonella

 

Sottosegretari:

Giuseppe Perrone Capano (dimissioni accettate il 5 aprile 1949)

Venditti (nominato il 5 aprile 1949)

 

 

pi_gonellaVI° Ministero De Gasperi (27 gennaio 1950 – 19 luglio 1951)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Guido Gonella

 

Sottosegretari:

Carlo Vischia (nominato il 31 gennaio 1950)

Virginio Bertinelli (nominato il 31 gennaio 1950; dimissioni accettate il 5 aprile 1951)

 

 

pi_segniVII° Ministero De Gasperi (26 luglio 1951 – 7 luglio 1953)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Antonio Segni

 

Sottosegretari:

Carlo Vischia

Raffaele Resta

 

 

II° Legislatura (25 giugno 1953 – 14 marzo 1958)

 

pi_bettiolVIII° Ministero De Gasperi (16 luglio 1953 – 2 agosto 1953)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Giuseppe Bettiol

 

Sottosegretari:

Raffaele Resta

Angelo Di Rocco

 

 

pi_segniMinistero Pella (2 agosto 1953 – 12 gennaio 1954)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Antonio Segni

 

Sottosegretari:

Raffaele Resta

Angelo Di Rocco

 

 

pi_tosatoI° Ministero Fanfani (18 gennaio 1954 – 8 febbraio 1954)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Egidio Tosato

 

Sottosegretario:

Giovanni Battista Scaglia

 

 

pi_martinoMinistero Scelba (10 febbraio 1954 – 2 luglio 1955)

Ministri della Pubblica Istruzione:

Gaetano Martino (nominato Ministro per gli affari esteri il 19 settembre 1954)

 

 

pi_erminiGiuseppe Ermini (dal 19 settembre 1954)

 

 

 

Sottosegretari:

Maria Jervolino

Giovanni Battista Scaglia

 

 

pi_rossiI° Ministero Segni (6 luglio 1955 – 15 maggio 1957)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Paolo Rossi

 

Sottosegretari:

Maria Jervolino

Giovanni Battista Scaglia

 

 

pi_moroMinistero Zoli (19 maggio 1957 – 1° luglio 1958)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Aldo Moro

 

Sottosegretari:

Maria Jervolino

Giovanni Battista Scaglia

 

 

III° Legislatura (12 giugno 1958 – 18 febbraio 1963)

 

pi_moroII° Ministero Fanfani (1° luglio 1958 – 15 febbraio 1959)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Aldo Moro

 

Sottosegretari:

Angelo Di Rocco

Giovanni Battista Scaglia

 

 

pi_mediciII° Ministero Segni (15 febbraio 1959 – 25 marzo 1960)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Giuseppe Medici

 

Sottosegretari:

Angelo Di Rocco

Giovanni Battista Scaglia (dimissionario il 15 dicembre 1959)

Maria Badaloni (nominato il 15 dicembre 1959)

 

 

pi_mediciMinistero Tambroni (25 marzo 1960 – 26 luglio 1960)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Giuseppe Medici

 

Sottosegretari:

Maria Badaloni (nominato il 15 dicembre 1959)

Angelo Di Rocco

 

 

boscoIII° Ministero Fanfani (26 luglio 1960 – 21 febbraio 1962)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Giacinto Bosco

 

Sottosegretari:

Maria Badaloni

Giovanni Elkan

 

 

pi_gui-1IV° Ministero Fanfani (21 febbraio 1962 – 21 giugno 1963)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Luigi Gui

 

Sottosegretari:

Maria Badaloni

Domenico Magrì

Carlo Scarascia Mugnozza

 

 

IV° Legislatura (16 maggio 1963 – 11 marzo 1968)

 

pi_gui-1I° Ministero Leone (21 giugno 1963 – 4 dicembre 1963)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Luigi Gui

 

Sottosegretari:

Maria Badaloni

Domenico Magrì

 

 

pi_gui-1I° Ministero Moro (4 dicembre 1963 – 22 luglio 1964)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Luigi Gui

 

Sottosegretari:

Maria Badaloni

Giorgio Fenoaltea

Domenico Magrì

 

 

pi_gui-1II° Ministero Moro (22 luglio 1964 – 23 febbraio 1966)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Luigi Gui

 

Sottosegretari:

Maria Badaloni

Piero Caleffi

Domenico Magrì

 

 

pi_gui-1III° Ministero Moro (23 febbraio 1966 – 24 giugno 1968)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Luigi Gui

 

Sottosegretari:

Maria Badaloni

Piero Caleffi

Giovanni Elkan

Pier Luigi Romita

 

 

V° Legislatura (5 giugno 1968 – 28 febbraio 1972)

 

pi_scagliaII° Ministero Leone (24 giugno 1968 – 12 dicembre 1968)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Giovanni Battista Scaglia

 

Sottosegretari:

Maria Badaloni

Vincenzo Bellisario

Giovanni Elkan

 

 

I° Ministero Rumor (12 dicembre 1968 – 8 agosto 1969)

Ministri della Pubblica Istruzione:

pi_sulloFiorentino Sullo (dimissionario il 24 febbraio 1969)

 

 

 

 

pi_ferrari-aggradiMario Ferrari Aggradi (nominato il 24 marzo 1969)

 

 

 

Sottosegretari:

Oddo Biasini

Carlo Buzzi

Michele Pellicani

Elio Rosati

 

 

pi_ferrari-aggradiII° Ministero Rumor (5 agosto 1969 – 27 marzo 1970)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Mario Ferrari Aggradi

 

Sottosegretari:

Vincenzo Bellisario

Carlo Buzzi

Dino Limoni

Elio Rosati

 

 

pi_misasi_2III° Ministero Rumor (27 marzo 1970 – 6 agosto 1970)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Riccardo Misasi

 

Sottosegretari:

Oddo Biasini.

Elena Gatti Caporaso

Pier Luigi Romita

Elio Rosati

 

 

pi_misasi_2Ministero Colombo (6 agosto 1970 – 17 febbraio 1972)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Riccardo Misasi

 

Sottosegretari:

Oddo Biasini (dimissionario il 1° marzo 1971).

Elena Gatti Caporaso

Pier Luigi Romita

Elio Rosati

 

pi_misasi_2I° Ministero Andreotti (17 febbraio 1972 – 26 giugno 1972)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Riccardo Misasi

 

Sottosegretari:

Elio Rosati

Giovanni Zonca

 

 

VI° Legislatura (25 maggio 1972 – 1 maggio 1976)

 

pi_scalfaroII° Ministero Andreotti (26 giugno 1972 – 7 luglio 1973)

Ministro della Pubblica Istruzione:

Oscar Luigi Scalfaro

 

Sottosegretari:

Luigi Caiazza

Attilio Ruffini

Salvatore Valitutti

 

 

IV° Ministero Rumor (7 luglio 1973 – 14 marzo 1974)

Ministro senza portafoglio per i Beni culturali:

ripamontiCamillo Ripamonti

 

 

 

Ministro senza portafoglio per l’Ambiente:

coronaAchille Corona

 

 

 

Ministro della Pubblica Istruzione:

Franco Malfatti

 

Sottosegretari: Alberto Bemporad, Renato Dell’Andro, Vito Vittorio Lenoci, Francesco Smurra

 

 

LupisV° Ministero Rumor (14 marzo 1974 – 23 novembre 1974)

Ministro senza portafoglio per i Beni culturali e per l’Ambiente:

Giuseppe Lupis

 

Ministro della Pubblica Istruzione:

Franco Malfatti

 

Sottosegretari: Alberto Bemporad, Vito Vittorio Lenoci, Francesco Smurra

 

 

spadoliniIV° Ministero Moro (23 novembre 1974 – 12 febbraio 1976)

Ministro senza portafoglio per i Beni culturali e per l’Ambiente:

Giovanni Spadolini

(nominato Ministro per i Beni culturali e ambientali, cessando dalla carica di Ministro senza portafoglio, con decreto del Presidente della Repubblica 21 dicembre 1974, pubblicato sulla G.U. 4 gennaio 1975, n. 4)

 

Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio per i Beni culturali e per l’Ambiente:

Alberto Spigaroli

(nominato Sottosegretario di Stato per i Beni culturali e ambientali, cessando dalla carica di Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, con decreto del Presidente della Repubblica 24 dicembre 1974, pubblicato sulla G.U. 4 gennaio 1975, n. 4)

 

Ministro per i Beni culturali e ambientali

(Ministero istituito con decreto-legge 14 dicembre 1974, n. 657, convertito nella legge 29 gennaio 1975, n. 5; pubblicata sulla G.U. 14 febbraio 1975, n. 43):

Giovanni Spadolini

 

Sottosegretario:

Alberto Spigaroli

 

Ministro della Pubblica Istruzione:

Franco Malfatti

Sottosegretari: Francesco Smurra, Giorgio Spitella, Giacinto Urso

 

 

pediniV° Ministero Moro (12 febbraio 1976 – 29 luglio 1976)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Mario Pedini

(Con l’incarico del coordinamento delle iniziative per la ricerca scientifica e tecnologica)

 

Sottosegretario:

Alberto Spigaroli

 

 

VII° Legislatura (5 luglio 1976 – 2 aprile 1979)

 

pediniIII° Ministero Andreotti (29 luglio 1976 – 11 marzo 1978)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Mario Pedini

(Con l’incarico del coordinamento della ricerca scientifica e tecnologica)

 

Sottosegretari:

Giorgio Spitella

Giorgio Postal (Per la ricerca scientifica)

 

 

antoniozziIV° Ministero Andreotti (11 marzo 1978 – 20 marzo 1979)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Dario Antoniozzi

(Con l’incarico di coordinamento della ricerca scientifica e tecnologica)

 

Sottosegretari:

Giorgio Spitella

Giorgio Postal (Per la ricerca scientifica)

 

 

antoniozziV° Ministero Andreotti (20 marzo 1979 – 4 agosto 1979) 

Ministri per i Beni culturali e ambientali:

Dario Antoniozzi

(Con l’incarico di coordinamento delle iniziative per la ricerca scientifica e tecnologica).

(dimissioni accettate con decreto del Presidente della Repubblica 14 luglio 1979, pubblicato sulla G.U. 14 luglio 1979, n. 192; con ulteriore decreto, a decorrere dal 15 luglio 1979, l’incarico è affidato ad interim al Presidente del Consiglio dei Ministri).

Giulio Andreottiad interim dal 15 luglio 1979

 

Sottosegretari:

Giorgio Spitella

Giorgio Postal (Per la ricerca scientifica)

 

 

VIII° Legislatura (20 giugno 1979 – 4 maggio 1983)

 

ariostoI° Ministero Cossiga (4 agosto 1979 – 4 aprile 1980) 

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Egidio Ariosto

 

Sottosegretario:

Rolando Picchioni

Termina l’incarico di coordinamento delle iniziative per la ricerca scientifica e tecnologica perché viene istituito nuovamente il Ministero senza portafoglio per la ricerca scientifica e tecnologica (Ministro: Scalia; Sottosegretario: Riva).

 

 

biasiniII° Ministero Cossiga (4 aprile 1980 – 18 ottobre 1980)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Oddo Biasini

 

Sottosegretario:

Rolando Picchioni

 

 

biasiniMinistero Forlani (18 ottobre 1980 – 28 giugno 1981)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Oddo Biasini

 

Sottosegretario:

Rolando Picchioni

 

 

scottiI° Ministero Spadolini (28 giugno 1981 – 23 agosto 1982)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Vincenzo Scotti

 

Sottosegretario:

Pietro Mezzapesa

 

 

scottiII° Ministero Spadolini (23 agosto 1982 – 1° dicembre 1982)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Vincenzo Scotti

 

Sottosegretario:

Pietro Mezzapesa

 

 

vernolaV° Ministero Fanfani (1° dicembre 1982 – 4 agosto 1983)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Nicola Vernola

 

Sottosegretario:

Francesco Parrino

 

 

IX° Legislatura (12 luglio 1983 – 28 aprile 1987)

 

gullottiI° Ministero Craxi (4 agosto 1983 – 1° agosto 1986)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Antonino Gullotti

 

Sottosegretario:

Giuseppe Galasso

 

 

gullottiII° Ministero Craxi (1° agosto 1986 – 17 aprile 1987)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Antonino Gullotti

 

Sottosegretario:

Giuseppe Galasso

 

 

gullottiVI° Ministero Fanfani (17 aprile 1987 – 28 luglio 1987)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Antonino Gullotti

 

Sottosegretario:

Paola Cavigliasso

 

 

X° Legislatura (2 luglio 1987 – 2 febbraio 1992)

 

vizziniMinistero Goria (28 luglio 1987 – 13 aprile 1988)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Carlo Vizzini

 

Sottosegretario:

Gianfranco Astori

 

 

bono_parrinoMinistero De Mita (13 aprile 1988 – 22 luglio 1989)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Vincenza Bono Parrino

 

Sottosegretario:

Gianfranco Astori

 

 

facchianoVI° Ministero Andreotti (22 luglio 1989 – 12 aprile 1991)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Ferdinando Facchiano

 

Sottosegretari:

Gianfranco Astori

Luigi Covatta

Il capo dell’opposizione Achille Occhetto (PC poi PDS) costituisce un “Governo ombra”, nel quale il Ministero dei Beni culturali viene affidato a Giulio Carlo Argan fino al termine della Legislatura.

 

 

VII° Ministero Andreotti (12 aprile 1991 – 28 giugno 1992)

Ministri per i Beni culturali e ambientali:

Giuseppe Galasso

(come gli altri ministri repubblicani, Galasso non partecipa alla cerimonia di giuramento del nuovo governo in seguito alla protesta per il veto socialista per una sua candidatura alle Poste). Il Ministero è preso quindi sin dall’inizio ad interim dal Presidente del Consiglio.

andreottiGiulio Andreottiad interim dal 13 aprile 1991

 

Sottosegretari:

Gianfranco Astori

Luigi Covatta

 

 

XI° Legislatura (23 aprile 1992 – 16 gennaio 1994)

 

roncheyI° Ministero Amato (28 giugno 1992 – 28 aprile 1993)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Alberto Ronchey

 

Sottosegretario:

[non nominato]

 

 

roncheyMinistero Ciampi (28 aprile 1993 – 10 maggio 1994)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Alberto Ronchey

 

Sottosegretario:

[non nominato]

 

 

XII° Legislatura (15 aprile 1994 – 16 febbraio 1996)

 

fisichellaI° Ministero Berlusconi (10 maggio 1994 – 17 gennaio 1995)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Domenico Fisichella

 

Sottosegretario:

[non nominato]

 

 

paolucciMinistero Dini (17 gennaio 1995 – 17 maggio 1996)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Antonio Paolucci

 

Sottosegretari:

Mario D’Addio (fino al 7 marzo 1995)

Carla Guiducci Bonanni (dal 7 marzo 1995)

 

 

XIII° Legislatura (9 maggio 1996 – 9 marzo 2001)

 

veltroniI° Ministero Prodi (17 maggio 1996 – 21 ottobre 1998)

Ministro per i Beni culturali e ambientali:

Walter Veltroni (anche Vicepresidente del Consiglio dei Ministri)

 

Sottosegretari:

Willer Bordon

Alberto La Volpe

 

melandriI° Ministero D’Alema (21 ottobre 1998 – 22 dicembre 1999)

Ministro per i Beni e le attività culturali:

(ministero istituito con decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368)

Giovanna Melandri

 

Sottosegretari:

Giampaolo D’Andrea

Agazio Loiero

 

 

melandriII° Ministero D’Alema (22 dicembre 1999 – 25 aprile 2000)

Ministro per i Beni e le attività culturali:

Giovanna Melandri

 

Sottosegretari:

Giampaolo D’Andrea

Maretta Scoca

Adriana Vigneri (fino al 30 dicembre 1999)

 

 

melandriII° Ministero Amato (25 aprile 2000 – 11 giugno 2001)

Ministro per i Beni e le attività culturali:

Giovanna Melandri

 

Sottosegretari:

Giampaolo D’Andrea

Carlo Carli

 

 

XIV° Legislatura (29 maggio 2001 – 11 febbraio 2006)

 

urbaniII° Ministero Berlusconi (11 giugno 2001 – 23 aprile 2005)

Ministro per i Beni e le attività culturali:

Giuliano Urbani

 

Viceministro:

Antonio Martusciello (dal 30 dicembre 2004)

 

Sottosegretari:

Nicola Bono

Mario Pescante

Vittorio Sgarbi (fino al 25 giugno 2002)

 

 

buttiglioneIII° Ministero Berlusconi (23 aprile 2005 – 17 maggio 2006)

Ministro per i Beni e le attività culturali:

Rocco Buttiglione

 

Viceministro:

Antonio Martusciello

 

Sottosegretari:

Nicola Bono.

Mario Pescante

 

 

XV° Legislatura (28 aprile 2006 – 28 aprile 2008)

 

rutelliII° Ministero Prodi (17 maggio 2006 – 7 maggio 2008)

Ministro per i Beni e le attività culturali:

Francesco Rutelli (anche Vicepresidente del Consiglio dei Ministri, con delega al Turismo).

 

Sottosegretari:

Elena Montecchi

Andrea Marcucci

Danielle Mazzonis

 

 

XVI° Legislatura (29 aprile 2008 – 14 marzo 2013)

 

bondiIV° Ministero Berlusconi (7 maggio 2008 – 12 novembre 2012)

Ministro per i Beni e le attività culturali:

Sandro Bondi, fino al 23 marzo 2011

 

 

galanGiancarlo Galan, dal 23 marzo 2011

 

 

 

Sottosegretario:

Francesco Maria Giro

Riccardo Villari, nominato il 5 maggio 2011

 

Finché è stato a capo dell’opposizione, Walter Veltroni (PD) ha costituito un “Governo ombra” nel quale il Ministero dei Beni culturali è stato affidato a Vincenzo Cerami.

 

 

ornaghiI° Ministero Monti (16 novembre 2012 – 28 aprile 2013)

Ministro per i Beni e le attività culturali:

Lorenzo Ornaghi

 

Sottosegretario:

Roberto Cecchi, nominato il 29 novembre 2012

 

 

XVII° Legislatura (dal 15 marzo 2013)

 

Massimo BrayI° Ministero Letta (28 aprile 2013 – 22 febbraio 2014)

Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo:

Massimo Bray

 

Sottosegretari:

Simonetta Giordani

Ilaria Borletti Buitoni

 

 

FranceschiniI° Ministero Renzi (dal 22 febbraio 2014)

Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo:

Dario Franceschini 

 

Sottosegretari:

Francesca Barracciu

Ilaria Borletti Buitoni

 



Una replica a “MINISTRI e Sottosegretari per i Beni Culturali della Repubblica Italiana (dal 1946)”

  1. Cecilia Sodano scrive:

    Interessante. Emerge chiaramente dalla lettura la temporaneità dei nostri ministri (se si eccettua il ministro Gui, che ha esercitato la sua funzione dal 1963 al 1968). Questo, sorvolando sull’incapacità di taluni, può forse spiegare, in parte, la cronica e perdurante assenza di politiche culturali, che tanti danni ha provocato insieme alla progressiva e oggi drammatica carenza di risorse per la cultura, sia umane che economiche.