Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli 2019

Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli  La tutela come impegno civile” 

edizione 2019

 

Sono aperte le candidature per la nuova edizione del Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli. Nell’intitolare l’associazione a Ranuccio Bianchi Bandinelli, Giulio Carlo Argan e Beppe Chiarante si proponevano di “valorizzare… l’opera di studioso, di organizzatore della cultura, di riformatore nel campo della politica di tutela” svolta da Bianchi Bandinelli, volendo sottolineare come l’attività scientifica di quest’ultimo fosse parte integrante del suo impegno di intellettuale nella società. Richiamando questo modello, l’Associazione ha istituito il Premio con l’intento di identificare e far conoscere un intervento in difesa del nostro patrimonio culturale che rivesta particolare significato sul piano civile.

Possono essere candidati studiosi, funzionari, come furono al livello più alto Ranuccio Bianchi Bandinelli e Giulio Carlo Argan, nonché i moltissimi che avvertono l’urgenza di difendere un patrimonio che l’incuria, il degrado, l’aggressione sistematica del paesaggio rischiano di cancellare: associazioni, fondazioni o enti senza scopo di lucro, gruppi, singoli che abbiano saputo sollecitare l’attenzione e l’interesse dell’opinione pubblica per la salvezza di un pezzo della nostra identità storica, che si tratti di un’attività, di un’opera, di un luogo o di un contesto.

 

SEGNALAZIONE DELLE CANDIDATURE

Le candidature all’edizione 2019 dovranno inviate all’indirizzo mail premiobianchibandinelli@gmail.com entro il 15 ottobre 2019. Candidature pervenute dopo la data indicata non saranno prese in conto. Le candidature al Premio possono essere formulate da soci dell’associazione ma non solo. Dovranno essere corredate da una breve motivazione (non superiore alle 1800 battute), che sarà contenuta nel corpo del messaggio e non in allegato. Ciascun proponente non potrà segnalare più di una candidatura. È consentito associarsi a una candidatura già formulata, ma perché la segnalazione sia ritenuta valida sarà necessario aggiungere una propria motivazione. Non possono essere candidati i componenti del consiglio direttivo dell’associazione Bianchi Bandinelli. La commissione, scelta tra i componenti dello stesso consiglio direttivo, individuerà tra quelli segnalati il candidato cui conferire il premio.

Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli edizione 2018

La tutela come impegno civile

 

logo-bb-premio-web

Il Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli è ormai alla quarta edizione. Nell’intitolare l’associazione a Ranuccio Bianchi Bandinelli, Giulio Carlo Argan si proponeva di valorizzare “l’opera di studioso, di organizzatore della cultura, di riformatore nel campo della politica di tutela” svolta da Bianchi Bandinelli, volendo sottolineare come l’attività scientifica di quest’ultimo fosse parte integrante del suo impegno di intellettuale nella società. Richiamando questo modello, l’associazione si propone di identificare e far conoscere un intervento in difesa del nostro patrimonio culturale che rivesta particolare significato sul piano civile.

Possono essere candidati studiosi, funzionari, come furono al livello più alto Ranuccio Bianchi Bandinelli e Giulio Carlo Argan, nonché i moltissimi che avvertono l’urgenza di difendere un patrimonio che l’incuria, il degrado, l’aggressione sistematica del paesaggio rischiano di cancellare: associazioni, fondazioni o enti senza scopo di lucro, gruppi, singoli che abbiano saputo sollecitare l’attenzione e l’interesse dell’opinione pubblica per la salvezza di un pezzo della nostra identità storica, che si tratti di un’attività, di un’opera, di un luogo o di un contesto.

 

SEGNALAZIONE DELLE CANDIDATURE

Le candidature all’edizione 2018 dovranno essere inviate all’indirizzo mail premiobianchibandinelli@gmail.com entro il 10 settembre 2018.
Candidature pervenute dopo la data indicata non saranno prese in conto. Le candidature al Premio possono essere formulate da soci dell’associazione ma non solo. Dovranno essere corredate da una breve motivazione (non superiore alle 1800 battute), che sarà contenuta nel corpo del messaggio e non in allegato. Ciascun proponente non potrà segnalare più di una candidatura. È consentito associarsi a una candidatura già formulata, ma perché la segnalazione sia ritenuta valida sarà necessario aggiungere una propria motivazione. Non possono essere candidati i componenti del consiglio direttivo dell’associazione Bianchi Bandinelli. La commissione, scelta tra i componenti dello stesso consiglio direttivo, individuerà tra quelli segnalati il candidato cui conferire il premio.

A Margherita Eichberg il premio Bianchi Bandinelli

Il premio Ranuccio Bianchi Bandinelli “La tutela come impegno civile” è stato assegnato per l’edizione 2017 a Margherita Eichberg, già titolare della Soprintendenza che a Roma aveva in carico il territorio al di fuori delle Mura Aureliane e ora in forza al Segretariato generale del Mibact. La consegna avverrà lunedì 23, alle ore 17, a Roma, presso la Fondazione Marco Besso, in Largo di Torre Argentina 11. Qui di seguito, la locandina dell’incontro.Layout 1

Cerimonia di consegna del Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli 2016

Lunedì 29 febbraio 2016, ore 15,00 presso la Sala Alessandrina del complesso di Sant’Ivo alla Sapienza si terrà la cerimonia di consegna del Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli “La tutela come impegno civile”.

Continue reading

Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli “La tutela come impegno civile”

Nella seduta del 25 gennaio 2016, il Direttivo dell’Associazione Bianchi Bandinelli, esaminato l’ampio numero di segnalazioni pervenute alla casella del Premio, ha deliberato all’unanimità di conferire il Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli 2015 in forma congiunta a Tommaso Lussu, presidente dell’Associazione Casa Lussu e all’Associazione Giovanni Secco Suardo per l’Archivio Storico Nazionale e la Banca Dati dei Restauratori Italiani (ARSI). Continue reading

Premio Bianchi Bandinelli, al via la seconda edizione

Dopo il successo della prima edizione (http://www.bianchibandinelli.it/2015/03/02/la-tutela-come-impegno-civile-un-bilancio-del-premio-bianchi-bandinelli/), anche quest’anno l’associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli conferisce il premio “La tutela come impegno civile” a persone o associazioni che abbiano compiuto un’azione o avviato un’iniziativa per la salvaguardia del nostro patrimonio culturale, materiale e immateriale.

Continue reading

23 febbraio 2015 – Cerimonia di conferimento del Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli

logoABB_capitelloLunedì 23 febbraio alle ore 16.00 presso Palazzo Massimo, sede del Museo Nazionale Romano, si svolgerà la cerimonia di consegna del Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli, 1^ edizione “La tutela come impegno civile”, assegnato a Desideria Pasolini dall’Onda, con menzione speciale per i collaboratori del Museo storico della Liberazione di Via Tasso (Roma) e per la Direzione Regionale per i Beni Culturali e paesaggistici del Veneto e Associazione Culturale Borgo Baver onlus.

Presentano: Vittorio Emiliani, Gemma Luzzi, Francesco Erbani.

Scarica l’invito 2015.02_locandina premio.VF

Collegamento alla pagina dedicata al Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli

23 ottobre 2014 – Premio RBB: aggiornamento dei termini per la presentazione delle candidature

Venendo incontro alle diverse richieste pervenute, il Consiglio Direttivo dell’Associazione ha deciso di estendere la facoltà di proporre candidature per il Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli anche ai non soci, rinviando la data di scadenza per le proposte al 30 novembre.

Collegamento alla pagina dedicata al Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli

21 agosto 2014 – Premio Ranuccio Bianchi Bandinelli 2014: la tutela come impegno civile

logoABB_capitelloL’associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli istituisce un premio annuale da conferire a persone o associazioni che abbiano compiuto un’azione o avviato un’iniziativa per la salvaguardia del nostro patrimonio culturale, materiale e immateriale.

Aiutateci ad individuare il candidato ideale inviando segnalazioni di associazioni, gruppi, o singoli che abbiano saputo suscitare l’attenzione e l’impegno dell’opinione pubblica per la salvezza di un pezzo della nostra identità storica, che si tratti di un’attività, di un’opera, di un luogo o di un contesto.

Collegamento alla pagina dedicata al Premio